it en fr
 
  • Latest newsletter
  • Archive
  • Join the newsletter
  •  
    Newsletter search
             
     
    NEWSLETTER -  MARZO 2014 /
    Breath and empty mind
    Che sia calmo o agitato, silenzioso o rumoroso, che si manifesti come sbadiglio, sospiro, o come espressione vibrante dei mantra, il respiro costituisce il più profondo legame dell'uomo con la vita. [...]
    Tags: pranayama  philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2008 /
    The breathing swing (III)
    Se è vero che le funzioni “assimilazione “ e “disintossicazione” sono proprie alla forza vitale in generale, è pur vero che alcuni organi si specializzano sia nell’assorbimento (tubo digerente, per esempio), sia nell’eliminazione (reni, colon).
    Un solo organo è realmente ambivalente e svolge alternativamente le due funzioni opposte e complementari:il polmone. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2008 /
    The breathing swing (II)
    Con questa immagine in testa è facile rappresentarsi e poi realizzare l'altalena respiratoria.
    Il procedimento è semplice: dopo aver vuotato a fondo i polmoni (punto zero a vuoto), l'esercizio comincia con un'inspirazione che esordisce insensibilmente, poi il debito poco a poco si amplifica.
    Circa verso la metà del processo di riempimento dei polmoni, che corrisponde alla fase diaframmatica, l'inspirazione prosegue ma si impoverisce progressivamente.
    Il movimento si estingue insensibilmente, si arresta un istante al punto massimo (a polmoni pieni) per ripartire poco a poco.
    Il debito aumenta a metà del percorso, ove inizia la decelerazione che prosegue fino al punto zero inferiore, in cui i polmoni sono vuoti. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2008 /
    The breathing swing (I)
    Benchè l’importanza della respirazione nello Yoga sia ampiamente riconosciuta dagli adepti indiani e da quelli occidentali, bisogna constatare che presso questi ultimi la pratica del pranayama è molto disattesa.
    Al contrario degli asana, che corrispondono meglio al nostro temperamento attivo perché “sono delle cose concrete, da fare” – cosa che ci rassicura sempre - la respirazione è statica, dunque fastidiosa.
    Le tecniche respiratorie occupano una posizione preponderante nello Yoga, incluse le pratiche posturali.
    E’ vero al punto che una sequenza di asana non è una serie di posture yogiche eventualmente accompagnate da una respirazione più o meno consapevole bensì una successione di respirazioni in attitudini corporali determinate. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2006 /
    Bandha (III): Moola bandha.
    A conclusione del nostro studio sui bandha - le chiusure, le contrazioni - qui di seguito parleremo di moola bandha, dal sanscrito moola, che significa radice, e bandha che, come sappiamo vuol dire appunto “chiusura”.
    Dunque la contrazione della radice; riferendosi la Tradizione a due aspetti. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE  2006 /
    Bandha (II): Uddiyana bandha.
    La parola sanscrita uddiyana significa 'sollevare' o 'volare alto', mentre banda - lo sappiamo già - vuol dire 'chiudere, bloccare'. La pratica di UB viene dunque definita con questi termini perché la chiusura obbliga la risalita del diaframma verso il petto.
    E, nel tempo, un esercizio simile migliora nettamente la circolazione di ritorno, alleggerendo vistosamente il cuore nelle sue funzioni di pompaggio.
    Nello Yoga si sa infatti che chi usa intelligentemente il diaframma è come se avesse 'un secondo cuore'. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2006 /
    Bandha (I): Jalandhara bandha
    La parola bandha, come abbiamo visto, significa 'trattenere', 'chiudere' e questo descrive esattamente ciò che accade durante la pratica, intensificandone gli effetti e potenziando la durata del kumbhaka, la ritenzione del respiro.
    Specifiche parti del corpo vengono coinvolte da queste compressioni che esercitano un'azione profonda sul sistema nervoso, su quello cardiovascolare, sul sistema digestivo e su quello respiratorio ma che,in primo luogo, consentono una migliore distribuzione dell'energia in tutto il corpo e inducono agilità mentale e lucidità di pensiero. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  APRILE 2006 /
    Shatkarma purifications: Kapalbhati.
    Kapalabhati vuol dire 'lucentezza del cranio', lasciando intendere con questa immagine la sensazione di di freschezza che si avverte nella porzione frontale del cervello e 'quell'aura' luminosa che distingue chi sta praticando .
    L'aura corrisponde a una maggior ossigenazione globale dei neuroni (corteccia cerebrale) e a un'intensa stimolazione positiva dell'ipotalamo/sistema limbico (particolarmente sollecitati dall'espirazione intensa, enfatizzata e ripetuta a lungo) che presiede al benessere emozionale. [...]
    Tags: pranayama  philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2006 /
    Shatkarma purifications: Nauli.
    A proposito di Nauli, la Gheranda Samhita dice: ”ruotate vigorosamente l’addome da una parte all’altra .Questa pratica elimina ogni tipo di disturbo e aumenta il fuoco gastrico”, mentre lo Hatha Yoga Pradipika sostiene :”Mantenendo le spalle curve, l’addome deve essere ruotato da destra a sinistra e da sinistra a destra.”
    “Gli Yogi lo chiamano NAULI, che rimuove i disturbi addominali, incrementa il fuoco gastrico e dona la felicità”. [...]
    Tags: pranayama  philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  AGOSTO 2005 /
    * Chaturtha pranayama: il pranayama del quarto stato.
    Ricordiamo, per inciso, che la parola “pranayama” indica un modo di espandersi in una dimensione diversa di spazio e di tempo che travalica la coscienza ordinaria e avvicina alla identificazione personale con il principio originario, che è unità. [...]
    Tags: pranayama 
     
     
     
    ACCADEMIA /
    Surya Namaskar with Lisetta Landoni
    all the news 
     
    Latest Newsletters
    NEWSLETTER / A new year of Yoga
    NEWSLETTER / Holidays!
    NEWSLETTER / Comment to Patanjali's Yoga Sutra - Samadhi Pada
    all the newsletters