it en fr
 
  • Latest newsletter
  • Archive
  • Join the newsletter
  •  
    Newsletter search
             
     
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2016 /
    A new year of Yoga
    Dal 1° settembre in viale Teodorico 29/2 [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2016 /
    Holidays!
    Gli auguri di buone vacanze e un invito a proseguire nella pratica [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2016 /
    Comment to Patanjali's Yoga Sutra - Samadhi Pada
    Patanjali indica due strumenti principali per giungere alla soppressione completa delle modificazioni della mente: l’esercizio costante, abhyasa, e il non attaccamento o distacco, vairagya. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2016 /
    Knowledge , awareness , love
    Quando veniamo a lungo baciati dal sole, tutto il resto diventa ombra [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2016 /
    Mercy in art images
    Cosa significa “misericordia”? Se scomponiamo il termine troviamo “miserere” cioè “avere pietà” e “cor” cuore, centro della vita spirituale, centro della forza dell’uomo. La misericordia è un sentimento di compassione per la sofferenza altrui che scaturisce dal nostro cuore e che ci induce a soccorrere l’altro. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2016 /
    Here is Yoga
    Il titolo della prima sezione di questo trattato, Samadhi pada, offre immediatamente al lettore l’idea che lo yoga sia un percorso, un cammino il cui fine ultimo è il samadhi: lo stato di autorealizzazione, di coscienza e di illuminazione, lo stato di libertà [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2016 /
    The change and our duty for the future
    Ma davvero, mettiamocela tutta per sfornare un anno lieto, costruttivo, pieno di speranze realizzabili tanto nella nostra vita privata quanto nel percorso parallelo che si identifica con la nostra pratica yogica. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2015 /
    The change
    Il cambiamento e la nuova sede [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2015 /
    Climate change and Paris conference
    Il cambiamento climatico e la conferenza di Parigi [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2015 /
    Buddha and the Four Noble Truths
    Ampiamente annunciata dai rishi (i saggi) di quel tempo, in un’epoca che credibilmente si colloca tra il 563 e il 570 a.C., in una città situata nella pianura Gangetica dal nome Kapila-vastu, nacque Colui che sarebbe stato conosciuto ovunque come il Buddha. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2015 /
    Women in yoga
    Il rapporto esistente tra la disciplina dello Yoga e la donna è strettissimo e ricco di testimonianze, riferimenti storici, culturali, sociali che risalgono anche a tempi remoti, luoghi diversi, condizioni ambientali impensabili.
    Nella tradizione dello Yoga tantrico, cui ci riferiamo, la donna è l’origine stessa della Vita, che si manifesta appunto secondo un percorso matrilineare, ed è simboleggiata dalla Shakti, la Madre Divina, la Forma viva e pulsante sostenuta dalla controparte maschile, lo Spirito, il Purusha.
    Dall’unione di questi - Shiva e Shakti, Purusha e Prakriti, il maschile e il femminile, il Divino si manifesta nella molteplicità delle forme, la Creazione stessa. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2015 /
    Why meditation?
    Un risultato poi di speciale rilevanza in termini di religiosità è questo, che più la consapevolezza ci sorregge nel quotidiano più ne avvertiamo il fondamentale mistero, non dissimile dal mistero della preghiera interiore. Il mistero di una dimensione benefica che è più grande di noi e che, al tempo stesso, appare essere la cosa più intimamente nostra. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2015 /
    Horror behind animals farming
    Un’inchiesta giornalistica sta svelando l’orrore di tanti allevamenti intensivi in tutta Italia [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2015 /
    If you come at any time, I won't know when to prepare my heart for you
    Ognuno di noi ha fame e sete di Assoluto [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2015 /
    Lemon cure
    Il limone è il miglior amico del fegato e dell’intestino e la sua assunzione regolare favorisce le funzioni di uno in relazione all’altro. [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  MARZO 2015 /
    Shankprakshalana
    Il termine Shankprakshalana, che vuol dire pressappoco pulizia della conchiglia –shank- (con una chiara allusione alla forma attorcigliata del nostro intestino) si riferisce appunto a una magnifica pratica di pulizia totale del nostro tubo digerente, dalla bocca all’ano ;è facile da eseguire e meriterebbe di essere conosciuta e applicata in tutto il mondo per gli straordinari benefici che apporta all’organismo…a costo zero! [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2015 /
    Yoga and wellbeing
    É inimmaginabile la gioia del praticante quando riesce a eseguire una posizione sulla testa per la prima volta. Ciò che sembrava impossibile fino a pochi giorni prima, diventa d’un tratto un traguardo raggiunto. [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2015 /
    New year resolution: infinite happiness, pure existential joy
    Procedendo lungo la strada, è necessario, affinché tutto abbia un senso logico, che ognuno di noi coltivi un “progetto spirituale” che giustifichi la nostra esistenza oggi. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2014 /
    Angulimala's speech (II)
    Colui che in passato ha vissuto nella negligenza e poi diviene diligente, costui illumina il mondo come fa la luna quand’è libera da nubi. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2014 /
    Angulimala's speech (I)
    Il Risvegliato, il saggio dalla grande compassione, il maestro del mondo con tutti i suoi deva, rivolse a lui queste parole: «Vieni, monaco». E così egli divenne un monaco. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2014 /
    All together against Ebola
    Dallo sconforto più buio si accendono le luci più abbaglianti: dagli abissi dell’incubo Ebola, possiamo scoprire un mondo nuovo fatto di un popolo solo, persone unite dall’amore e dalla voglia di lottare, e di sacrificarsi, le une per le altre. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2014 /
    The development of consciousness, my goal, my chance of happiness
    Ecco il Kriya Yoga, la disciplina perfetta che da migliaia di anni regala la via giusta, un "navigatore della mente" che sa sempre dove siamo e dove stiamo andando. [...]
    Tags: kriya  philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2014 /
    The happy island
    Noi eravamo uno, ma, ignoranti come eravamo, avevamo immaginato di essere separati. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2014 /
    The final choice of the Saint to die for humanity
    Con la generosità accresce il merito, con la moderazione non accumula l'inimicizia, chi è abile abbandona il male; con il superamento di attaccamento, avversione e confusione raggiunge il nibbana. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2014 /
    Yoga and Mantra
    Quale ruolo ha il Mantra nella pratica dello Yoga? Meglio: quanto aiuta a sviluppare la pratica la recitazione del Mantra o l’uso del Mantra? La risposta è: “molto”, ma occorre arrivare per gradi a capire perché. E il percorso è comunque tracciato dall’umiltà della pratica, nella consapevolezza dell’estrema complessità di questo campo di conoscenza nelle scritture tradizionali. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2014 /
    Yoga Sutra (II). Notes of a yoga student
    Da Samadhi pada passiamo dunque al tema di questa newsletter che sarà Sadhana pada.

    Sadhana pada
    Se il primo pada traccia il Samadhi, fine ultimo del percorso ascetico, svelando al praticante le gioie e lo stupore dell’evoluzione spirituale, il secondo pada descrive il cammino stesso, obbligatorio e indispensabile, a cominciare dalla condizione umana, caratterizzata dall’afflizione dei klesha, e intraprendendo il difficile passaggio analitico che avviene grazie agli otto anga dello Yoga.
    Sadhana pada tratta ogni punto di questo processo di purificazione in modo estremamente sintetico ma implacabilmente chiaro e chiarisce perfettamente ogni dettaglio del percorso dello yogin. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2014 /
    Breath and empty mind
    Che sia calmo o agitato, silenzioso o rumoroso, che si manifesti come sbadiglio, sospiro, o come espressione vibrante dei mantra, il respiro costituisce il più profondo legame dell'uomo con la vita. [...]
    Tags: pranayama  philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2014 /
    Yoga Sutra (I). Notes of a yoga student
    Yoga è la soppressione (nirodhah) delle modificazioni (vritti) della mente (citta). Lo Yoga, inteso come unione al Divino, si verifica quando la mente è sgombra [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2014 /
    Shatkarma purifications: Jala and Sutra Neti
    Lo yoga non poteva non considerare più che attentamente la stretta relazione tra respiro e sistema immunitario e su questa premessa formulare alcune pratiche di igiene molto note da sempre tra i cultori di questa disciplina e dai seguaci della medicina naturale.
    Qui di seguito parleremo di Jala Neti - la pulizia con l’acqua - e di Sutra Neti - la pulizia col filo. [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2013 /
    The Guru on the way to Yoga
    Ma si può veramente imparare lo Yoga da autodidatti o a distanza? In altre parole: si può imparare lo Yoga senza un Maestro? La risposta è, senza tentennamenti, no [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2013 /
    Honour to the Buddha! (II)
    Perciò, rifuggendo assolutamente da qualsiasi peccato, chi desidera ottenere il risveglio sia pronto a donare ogni [suo avere] [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2013 /
    Honour to the Buddha! (I)
    Chi desideri ascendere al rango di Tathagata, dopo aver preso rifugio con rispetto nei Tre gioielli e sprofondata nel risveglio la mente immobile, operi anzitutto l’inversione tra sè stesso e gli altri. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2013 /
    The view of a good Yoga teacher
    Come costruire allora correttamente la “visione” (darsana) dello Yoga? Con quale bagaglio teorico è necessario attrezzarsi per essere davvero un buon insegnante? Con umiltà va detto che non è facile comprendere a fondo le basi teoriche dello Yoga per molti motivi. La letteratura di riferimento è complessa, a volte ermetica, esprimendo una pluralità di metodi e approcci spesso non dichiarati [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2013 /
    30 months to save the planet
    Ma soprattutto ricordiamoci che siamo degli Yogi, che il sentimento della fraternità, della collaborazione, della vita vissuta con parsimonia e il senso della misura in tutto non ci debbono mai abbandonare. I lussi, gli eccessi, i cibi raffinati e costosi, i molti abiti e preziosi gioielli ci distraggono da quel costante e privatissimo rapporto con il Divino in cui potremmo chiedere, appunto, di “smuovere le montagne”. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2013 /
    The field and the knower of the field: comment to chapter 13 of the Bhagavad Gīta.
    Anch’io sono un processo continuo, dai geni al feto fino allo scheletro, in evoluzione in un altro processo infinitamente più vasto, quello della Vita. Atomo infimo e allo stesso tempo gigantesco, incarno il dinamismo organizzatore della specie e la potenza creatrice e cosciente della Vita universale.
    Niente può succederti! Appartieni al tutto e tutto t’appartiene! [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2013 /
    My body, this unknown universe (V)
    Anch’io sono un processo continuo, dai geni al feto fino allo scheletro, in evoluzione in un altro processo infinitamente più vasto, quello della Vita. Atomo infimo e allo stesso tempo gigantesco, incarno il dinamismo organizzatore della specie e la potenza creatrice e cosciente della Vita universale.
    Niente può succederti! Appartieni al tutto e tutto t’appartiene! [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2013 /
    My body, this unknown universe (IV)
    Anche il mio corpo, dietro a un'apparente immutabilità relativa, cela un processo, un evento considerevole. Particella mobile del cosmo, cambia in ogni istante. La sua essenza è costituita da un dinamismo intelligente collegato al tutto. Il mondo degli oggetti e degli esseri non è fatto di unità isolate, ma di tanti processi dinamici in perpetuo movimento unitario. L'albero è un campo di forze che entra subito in relazione di scambio con me, altro campo di forze. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2013 /
    My body, this unknown universe (III)
    Misuriamo l'abisso che separa la coscienza cerebrale discorsiva, empirica, la stessa che elabora tutti questi bei ragionamenti, dalla Saggezza più profonda del corpo, infallibile, la cui scienza infusa ignora, tuttavia, la più elementare formula chimica. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2013 /
    Perfection of meditation
    Poi [il Bodhisattva] si eserciti nella pratica della meditazione per accrescere la [propria] conoscenza poiché operare il bene delle creature è una grazia che deriva dalla luce della conoscenza. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2013 /
    My body, this unknown universe (II)
    Uomini o donne, dobbiamo prendere coscienza che il corpo è un aggregato di miliardi di cellule, tutte viventi, tutte coscienti, tutte intelligenti, di cui ignorerò sempre la vita profonda, segreta. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2012 /
    My body, this unknown universe (I)
    Il corpo è la chiave di volta della cattedrale tantrica.
    Per il tantra non è l’umile servitore né la tremolante carcassa alla quale Turenne si rivolgeva durante la battaglia, né il maggior ostacolo alla vita spirituale, sede di appetiti grossolani, uno straccio a cui sottomettersi e mortificarsi per la salvezza dell’anima.
    Per il tantra, il corpo è ben di più di un meraviglioso strumento espressivo o di un mirabile meccanismo biologico, è divino. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2012 /
    Klesa: implacable enemies
    Secondo gli Yogasutra di Patanjali, i Klesa costituiscono la causa di tutte le afflizioni dell’essere umano, intese come sofferenze derivanti dal fatto di non riuscire a trovare spiegazione alla propria esistenza e di essere costretto a rimanere legato all’infinito ciclo delle reincarnazioni risultante dal debito karmico contratto. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2012 /
    The way to become teacher: commitment, not privation
    La mia prima insegnante di voga, Piera Scarabelli, circa 40 anni fa mi disse: «Un Maestro che non forma altri Maestri non svolge il suo servizio». [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2012 /
    The asana for meditation
    Studiando la letteratura classica dello Yoga per seguirvi l’evoluzione del significato e della pratica degli asana, si nota che nei primi testi, con questo termine, come indica l’etimologia, si intendeva unicamente, “posizione a sedere”. Le molte posizioni in piedi o distesi, così popolari ai nostri giorni, in questi testi risultano del tutto assenti. [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  LUGLIO  2012 /
    Universe Explained to My Grandchildren
    Distenditi bene e chiudi gli occhi. Respira profondamente. Porta la tua attenzione su tutte le parti del tuo corpo: i tuoi piedi, le tue mani, le tue dita… i tuoi occhi, le orecchie, il naso. Ci sei? Per ognuno di noi, l’Universo comincia qui: ciò che tu senti, ciò che ti permette di vedere, di ascoltare, di percepire sia il tuo mondo interiore sia quello esterno. Tu fai parte dell’Universo ed è grazie al tuo corpo e al tuo spirito che, insieme, lo esploreremo. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2012 /
    Painting e poetry in Eastern culture (II)
    Un riferimento al sanscrito primitivo consente a Fenollosa di affermare che il patrimonio linguistico europeo crebbe inizialmente sfruttando le innumerevoli omologie e analogie naturali, cioè costruendo le grandi metafore che sono alla base di ogni linguaggio. Anche in Occidente il linguaggio orale si sviluppò seguendo il filo della metafora e crescendo, di metafora in metafora, sino a costituire una sorta di grande stratificazione geologica di significati. Ma la nostra scrittura non ha conservato memoria di tale processo. Essa si è formalizzata e "raffreddata" nella logica imbalsamata dei dizionari. Da noi solo i poeti, dice Fenollosa, vi reagiscono per quanto possono. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2012 /
    Painting e poetry in Eastern culture (I)
    Ecco come la poesia cinese descrive le cose.
    Più che cose in realtà vediamo azioni, «pitture stenografiche di azioni o progressioni». [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2012 /
    Buddhism and the religion of Science
    Il Buddha, per quanto ne sappiamo, è il primo positivista, il primo umanista, il primo libero pensatore radicale, il primo iconoclasta e il primo profeta della Religione della Scienza. Ha persino anticipato, con dettagli importanti, i risultati di una concezione scientifica del mondo. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2012 /
    Blessed, I'm one year old
    Quindi, verso l’alba, il Beato si alzò dal suo seggio e chiese al venerabile Sona: ”Monaco, che il Dharma ti ispiri nel parlare!”
    “Sì, venerabile”, replicò il venerabile Sona al Beato e recitò per intero le sedici sezioni dell’Atthakavagga (la sezione delle ottadi) . Alla fine della recitazione, il Beato fu molto soddisfatto e disse: ”Bene, bene, monaco, le sedici sezioni dell’Atthakavagga sono state da te ben apprese, ben considerate e ben ricordate. Hai una voce gradevole, incisiva, distinta, che trasmette chiaramente il significato. Quanti anni hai, monaco?”
    “Ho un anno, Beato” [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2012 /
    Indian people and nature
    Non esiste nell’India antica, e nemmeno in quella odierna, la separazione dell’uomo dalla natura - dentro e fuori di lui - che marchia oggi la società occidentale. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2012 /
    "This Blinding Absence of Light" by Tahar Ben Jelloun
    Secondo San Paolo, “lo Spirito soffia dove vuole…”. Ebbene, è proprio il caso di osservare come in questo straordinario libro di Tahar Ben Jelloun, lo Spirito divino “converte” un’orribile prigione sotterranea in un angolo di Paradiso e lo stesso protagonista in un perfetto Yogi, sereno e distaccato, lucido e illuminato. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2011 /
    The night of the awakening
    O monaci, allontanatomi dai piaceri sensoriali, allontanatomi dagli stati nocivi della mente, entrai e dimorai nel primo stato di assorbimento meditativo. In esso vi sono gioia e letizia derivate dall’isolamento e accompagnate dall’applicazione iniziale dell’attenzione sull’oggetto di meditazione e dal mantenimento dell’attenzione stessa. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2011 /
    Comparaison with the cowboy
    O monaci, come un mandriano, durante l’ultimo mese della stagione calda, quando i raccolti sono stati portati nei villaggi, si limita a osservare le sue vacche ai piedi degli alberi o all’aperto, poiché deve essere solo certo che le vacche siano lì; analogamente anch’io ebbi bisogno di essere certo unicamente che quegli stati mentali fossero lì.
    O monaci, un’energia infaticabile e salda era sollecita dentro di me, una chiara consapevolezza si stabilì in me; il mio corpo era rilassato e non disturbato, la mia mente unificata e concentrata. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2011 /
    Patanjali's Yoga Sutra
    La straordinarietà dell’impresa compiuta da Bhagavan (il Divino) Patanjali consiste nell’aver compreso per primo la complessità del pensiero delle molte Scuole del tempo e averla poi codificata e ordinata in una serie di aforismi arrivati fino a noi in apparente integrità.
    Sembra che all’epoca dell’Autore - che a questo scopo compì numerosi viaggi in tutta l’India - il metodo più valido fosse quello di trasmettere le Verità dello Yoga direttamente, da Maestro a discepolo, in una forma concisa e strategicamente criptica.
    Al fine di facilitarne l’apprendimento e la sicura trasmissione ai posteri. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2011 /
    A good start…
    Dato che il linguaggio è necessario per comunicare con gli altri, fatene uso, ma con gran parsimonia.
    Ascoltate ciò che le persone vi dicono e rispondete soltanto quando necessario, con poche parole, a dosi omeopatiche.
    Laddove le medicine allopatiche, a forti dosi, restano talvolta senza risultati, minuscole gocce omeopatiche possono invece produrre effetti miracolosi.
    Le persone parlano per dare sfoggio della loro superiorità, della loro istruzione e della loro capacità dialettica. Ma l’azione è ben più potente delle parole. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2011 /
    Tantra: the language of Tradition
    Il linguaggio in uso nello Yoga è fatto di pragmatismo, di sapienza arcaica, di purezza di intenzioni e di conoscenza di quelle vibrazioni originarie che sono la fonte stessa della Vita, l’impalcatura sonora dell’Esistenza. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2011 /
    Tantra and its laws
    La scarsità di ricerche e di pubblicazioni sull'eredità tantrica dell'Induismo ha lasciato il posto a una gran quantità di libretti di scarso valore, pieni di notizie errate e di un riduzionismo esasperante e la forzatura più comune è quella di presentare il Tantra Yoga semplicemente come sesso ritualizzato. Nell'immaginario collettivo Tantra è sinonimo di sesso: nulla di più lontano dalla Verità!
    Il primo errore sta nel confondere la beatitudine tantrica (ananda maha sukha) con il normale piacere orgasmico.
    Due cose molto diverse. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2011 /
    Bhagavad Gita - Fifth Chapter: the Yoga of Renunciation
    Yoga infatti presuppone anche una attenta analisi di ciò che si raggiunge, analisi che si priva di aspettative ma si fa osservazione. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2011 /
    Spring cleaning
    ”Al mattino mangia come un re, a pranzo mangia come un principe, la sera cena come un povero!”
    E come e che cosa mangiano questi re, questi principi, questi poveri?
    In maniera semplice e parca si cibano dei frutti e delle verdure di stagione del loro territorio, condividendo in famiglia non solo gli alimenti ma un comune sentimento di gratitudine verso la generosità della terra che li produce. [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  MARZO 2011 /
    Quelli che fanno avanzare i Tempi, e partoriscono una nuova coscienza
    Non è la prima volta che vi invio un invito a meditare per Madre Terra o per la Pace nel Mondo.
    Lo faccio ancora, facendo una riflessione prima, che consente di comprendere meglio il senso della particolare Meditazione. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2011 /
    The Scripture of the Golden Eternity
    Ho creato io questo cielo?Sì, poiché se non fosse un concetto della mia mente, non avrei detto “Cielo”.Perchè io sono la Dorata Eternità, Un-Ciò-Che-Esso-E’,Cio’-Che-Tutto-E’. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2011 /
    Bhagavad Gita - Fourth Chapter: Jnana Yoga (second part)
    Come Krsna riprende i concetti, li allarga, li offre allo sguardo da diverse angolazioni, li dipinge a volte con colori forti, oppure meno intensi e pieni di sfumature, così Dio ci offre costantemente un quadro della Creazione nella sua totale realtà: spesso cruda e inaccettabile per la nostra scarsa capacità di elaborare ciò che è rispetto a ciò che vorremmo che fosse. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2010 /
    Bhagavad Gita - Fourth Chapter: Jnana Yoga
    Jnana Yoga è considerato da tutti i grandi maestri il marga fondamentale, la conoscenza che tutto illumina. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2010 /
    Asana
    Gli asana occupano uno spazio molto profondo nello sviluppo di una persona.
    Quando si esegue una posizione in maniera perfetta vengono coinvolti tutti gli organi, gli apparati, i sistemi... in breve tutta la nostra repubblica cellulare. [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2010 /
    Bhagavad Gita - Third Chapter: Karma Yoga
    Vivere è operare, necessaria l’indifferenza per il risultato. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2010 /
    Bhagavad Gita - Second Chapter : Samkhya and Yoga (second part)
    Il secondo capitolo introduce e spiega diversi argomenti posti come capisaldi della teoria Samkhya e della pratica Yoga. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2010 /
    Bhagavad Gita - Second Chapter : Samkhya and Yoga
    Il secondo capitolo introduce e spiega diversi argomenti posti come capisaldi della teoria Samkhya e della pratica Yoga. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2010 /
    Bhagavad Gita - First Chapter : hesitation and distress of Arjuna
    La Bhagavad Gita si apre sul campo di Kuruksetra mentre Arjuna si prepara alla guerra contro i cugini Kaurava ,usurpatori del potere. Sono molti i punti interessanti sui quali soffermarsi in questo densissimo primo capitolo. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2010 /
    Lemon cure
    Il limone è il miglior amico del fegato e dell’intestino e la sua assunzione regolare favorisce le funzioni di uno in relazione all’altro. [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  APRILE 2010 /
    Shankprakshalana.
    Il termine Shankprakshalana, che vuol dire pressappoco pulizia della conchiglia –shank- (con una chiara allusione alla forma attorcigliata del nostro intestino) si riferisce appunto a una magnifica pratica di pulizia totale del nostro tubo digerente, dalla bocca all’ano ;è facile da eseguire e meriterebbe di essere conosciuta e applicata in tutto il mondo per gli straordinari benefici che apporta all’organismo…a costo zero! [...]
    Tags: purifications
    NEWSLETTER -  MARZO 2010 /
    Mandala and Yantra: precious evolution instruments
    Nella tradizione tantrica il Mandala è un cerchio magico raffigurante una proiezione geometrica del mondo espresso nel suo schema essenziale e il cui spazio centrale ospita una gran quantità di dèi quali simboli pregnanti che inducono lo stato di concentrazione. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2010 /
    Abhinivesa: fear of death or clinging to life?
    Un attaccamento che tocca non solo i poveri di spirito ignari della verità ma anche i sapienti [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2010 /
    Dvesa: aversion
    Dvesa è l'antitesi dell'amore, è repulsione, antipatia, ripugnanza, paura. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2009 /
    Raga: disastrous desire
    Attaccamento alla soddisfazione dei propri desideri, ma anche a quanto ci fa sentire vivi e attivi [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE 2009 /
    Asmita: illusion
    Figlia naturale e indiscussa dell'ignoranza, è l'espressione di una coscienza egoica e superficiale [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2009 /
    Avidya: ignoranza metafisica, radice di tutte le miserie della vita
    Non è una semplice mancanza di preparazione scolastica e nemmeno un difetto di comportamento, di atteggiamento.
    E' scambiare l'impermanenza, la caducità, il non-eterno per l'eterno, la stabilità perenne, «il sempre uguale».
    Ed è anche pensare che esistano la fortuna e la sfortuna o che la nostra vita possa essere una somma di vicende più o meno uguali, o diversissime tra loro, ma fondamentalmente senza un autentico costrutto. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2009 /
    Klesa: a chain of 5 rings
    Con il termine Klesa si indicano 5 forme di afflizione che impediscono all'uomo di evolvere in quella direzione spirituale, piena di gioia e di consapevolezza, che è congeniale alla sua stessa natura. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2009 /
    What is not here is Nowhere. What is here is Elsewhere... (V)
    Il “tutto ciò che è qui è anche altrove, ciò che non è qui non è da nessuna parte" ha delle implicazioni ben precise.
    In effetti, tutti i segreti della vita e della morte, della creazione e della dissoluzione degli universi sono qui presenti; qui, nel mio corpo [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2009 /
    What is not here is Nowhere. What is here is Elsewhere... (IV)
    Allora, se io sono in grado di pensare con le mia galassie atomiche, perché MAHAT -il grande- non può pensare con l’aiuto delle stelle? [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2009 /
    What is not here is Nowhere. What is here is Elsewhere... (III)
    La visione tantrica fa esplodere le frontiere, o piuttosto le dissolve, perché non esistono che nella mente. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2009 /
    What is not here is Nowhere. What is here is Elsewhere... (II)
    Se Dio esiste è presente qui: "ciò che non è qui non è da nessuna parte".
    E se Lui non è qui, Lui non è da nessuna parte.
    Un credente può concepire che vi sia un buco in qualche parte dell'universo in cui Dio non sia presente ?
    Il credente tantrico non relega il suo Dio in qualche parte del cielo ma vive in Dio e ne percepisce la Sua presenza. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2009 /
    What is not here is Nowhere. What is here is Elsewhere... (I)
    Quando si affronta la vita, il tutto “ciò che è qui è anche altrove” rovescia i nostri concetti abituali affermando, né più né meno, che la vita è presente ovunque nel cosmo, e che l’universo stesso è vivo! [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2009 /
    Complete Wellness (II)
    Lo Yoga permette di integrare armoniosamente la saggezza tradizionale degli yogi ai progressi della Scienza e ci offre un sistema coerente di autoallenamento la cui applicazione ci conferirà quello stato di benessere e di contentezza che si chiama "stato di buona salute totale".
    Si tratta di uno stato attraverso il quale l'uomo comprende lo scopo della vita. Per ottenere questo è necessario attenersi a certe Leggi che hanno dato il loro contributo nel corso dei secoli e che si sono espresse nelle scritture di tutte le grandi Tradizioni. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2009 /
    Complete Wellness (I)
    La nostra civiltà è in fallimento?
    E’ una domanda che bisogna porsi! Senza volerne fare un processo o stabilirne un bilancio generale, siamo tuttavia costretti ad ammettere che la nostra forma di civilizzazione tecnologica ha creato più problemi di quanti ne ha risolti.
    Possiamo affermare, senza timore di smentita, che essa ha ci ha fornito dei mezzi tecnologici fantastici; superiori a tutto ciò che altre civiltà prima di questa abbiano mai fatto.
    In termini di ricchezza puramente materiale - di “chincaglieria” se vogliamo -, possiamo constatare che viviamo come dei nababbi, in confronto ai rudi paesani della nostra campagne del passato, di cui siamo i discendenti, da poche generazioni.
    In mancanza di un bilancio totale, poniamoci qualche domanda, molto semplice, e prendiamoci la briga di rispondere (a noi stessi). [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2008 /
    Fasting: Satchidananda and the Three Phases of Life
    Durante la giovinezza si creano i tessuti e predomina il processo di anabolizzazione.
    Nell’età di mezzo osserviamo un certo equilibrio tra creazione e distruzione dei tessuti.
    Nell’età avanzata avviene la distruzione dei tessuti, il catabolismo.
    Esaminando ciascuna di queste tre categorie, si può affermare che un uomo giovane brucia tutto ciò che mangia, l’uomo maturo mangia troppo, il suo metabolismo non consuma tutto ed egli trattiene. L’anziano dovrebbe mangiare pochissimo e talvolta cessare di alimentarsi per ristabilire la vitalità e l’energia. Di solito, al contrario, l’anziano tende a continuare a mangiare allo stesso modo di sempre e ciò non corrisponde ai suoi bisogni reali. Il suo organismo funziona meno bene e il flusso vitale fondamentale non circola più o circola con difficoltà.
    Dunque smettete di danneggiarvi, smettete di mangiare troppo. [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE  2008 /
    Fasting: a key to pave the way to life energy
    Swami Satchidananda di Madras, scomparso 2 anni fa a 97 anni, è stato uno dei rari yogi della nostra epoca, di quelli che realmente seguivano il percorso dello yoga fino in fondo, e che ha insegnato a una gran quantità di gente lo yoga integrale autentico. Di Lui, che era un mouni (un santo silenzioso) ho il bellissimo ricordo di un seminario cui partecipò a Milano (circa 30 anni fa), organizzato dal Maestro Carlo Patrian. Snellissimo, con un corpo straordinariamente tonico e vigoroso, con una massa imponente di capelli lunghi fino ai piedi, eseguiva con rara armonia e leggerezza tutti gli asana mentre la fitta crocchia dei suoi capelli si scomponeva, arrivando a toccare il pavimento. Satchidananda era “famoso per i suoi digiuni” ( di cui ora parleremo) e per il silenzio totale in cui viveva. [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2008 /
    Saving our energy
    E’ fondamentale economizzare la nostra energia. Nelle persone ordinarie l’energia scappa da tutte le parti ed è per questo che la loro energia è limitata. La maggior parte degli esseri umani ignora come conservare la propria energia e come trasformare un’energia in un’altra. Se desiderate veramente realizzare grandi cose e compiere qualcosa di sublime, o semplicemente riuscire nellavita, dovete conoscere il mezzo per economizzare il vostro potenziale energetico per poi usarlo nella vostra manifestazione generale e per acquisire le facoltà yogiche superiori. Conservando la vostra energia, voi disporrete di un incremento delle forze, senza fatica compirete un lavoro enorme. Voi stessi sarete trasformati. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2008 /
    The breathing swing (III)
    Se è vero che le funzioni “assimilazione “ e “disintossicazione” sono proprie alla forza vitale in generale, è pur vero che alcuni organi si specializzano sia nell’assorbimento (tubo digerente, per esempio), sia nell’eliminazione (reni, colon).
    Un solo organo è realmente ambivalente e svolge alternativamente le due funzioni opposte e complementari:il polmone. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2008 /
    The breathing swing (II)
    Con questa immagine in testa è facile rappresentarsi e poi realizzare l'altalena respiratoria.
    Il procedimento è semplice: dopo aver vuotato a fondo i polmoni (punto zero a vuoto), l'esercizio comincia con un'inspirazione che esordisce insensibilmente, poi il debito poco a poco si amplifica.
    Circa verso la metà del processo di riempimento dei polmoni, che corrisponde alla fase diaframmatica, l'inspirazione prosegue ma si impoverisce progressivamente.
    Il movimento si estingue insensibilmente, si arresta un istante al punto massimo (a polmoni pieni) per ripartire poco a poco.
    Il debito aumenta a metà del percorso, ove inizia la decelerazione che prosegue fino al punto zero inferiore, in cui i polmoni sono vuoti. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2008 /
    The breathing swing (I)
    Benchè l’importanza della respirazione nello Yoga sia ampiamente riconosciuta dagli adepti indiani e da quelli occidentali, bisogna constatare che presso questi ultimi la pratica del pranayama è molto disattesa.
    Al contrario degli asana, che corrispondono meglio al nostro temperamento attivo perché “sono delle cose concrete, da fare” – cosa che ci rassicura sempre - la respirazione è statica, dunque fastidiosa.
    Le tecniche respiratorie occupano una posizione preponderante nello Yoga, incluse le pratiche posturali.
    E’ vero al punto che una sequenza di asana non è una serie di posture yogiche eventualmente accompagnate da una respirazione più o meno consapevole bensì una successione di respirazioni in attitudini corporali determinate. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  APRILE 2008 /
    The elusive present (II)
    Suggerisco un'esperienza: smettiamo di leggere e consideriamo attentamente tutto quello che ci circonda senza permettere che nella nostra mente si formi anche una sola frase, una sola parola.
    Lasciamo penetrare in noi l'immagine della nostra poltrona, semplicemente, evitando persino di pronunciare interiormente la parola ‘poltrona’.
    Guardiamoci attorno con lo sguardo del cane, o del gatto.
    Ricerchiamo una percezione integrale del telefono, del tappeto, della finestra, del paesaggio, senza lasciar sorgere una sola parola, una sola frase.
    Facile? Se riuscite a guardare così ciò che vi sta attorno, per 20 secondi, senza un solo termine inquinante e non ammettendo nel campo della vostra coscienza altro che percezioni pure: felicitazioni! Avete già un eccellente controllo mentale. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2008 /
    The elusive present (I)
    Come definire il “presente”, insondabile frontiera tra due nulla: l’avvenire che non esiste ancora e il passato che non c’è più, benché entrambi siano compresi nel presente ?
    Il presente che non è l’oggi, né quest’ ora, né questo minuto.
    Un solo e breve secondo racchiude al contempo il passato, il presente e l’avvenire .
    Il presente è l’istante attuale che, con le sue percezioni in movimento sullo schermo della nostra coscienza vigile, non è altro che qualcosa che già non ci appartiene più.
    Il presente sarà sempre la nostra unica opportunità di vita, il nostro solo bene reale [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2008 /
    Idleness is forbidden, tiring is forbidden
    Anche nella personale conduzione del proprio corpo, ciò che lo Yoga raccomanda è di non affidarne la cura e la manutenzione solo ad altri (salvo eccezioni facilmente comprensibili: infermità, incapacità impossibilità ), ma di tenere sempre presente la pratica quotidiana degli asana, del pranayama e della meditazione quale supporto indispensabile alla salute psicofisicospirituale.
    Persino quando il corpo è fortemente debilitato, uno yogi deve saper attingere al proprio patrimonio di tecniche posturali, respiratorie e meditative per far fronte alle situazioni più diverse e ottenere quel benessere interiore che diventa il miglior alleato nel processo di guarigione . [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2008 /
    Brave and determined I stood
    In quella lunga notte di plenilunio della primavera del 523 a.C., stando a quanto riferiscono i testi classici, Buddha passò attraverso ogni genere di tentazioni e di prove, in cui gli asura ( i demoni) misero in atto tutte le loro strategie per allontanarlo dalla strada della Liberazione.
    Nelle prima parte della notte, concentrandosi sul respiro, pratica che gli era nota fin dall'infanzia, Egli si dedicò alla contemplazione del corpo, alla contemplazione del sentire, alla contemplazione della coscienza priva di oggetti, dunque distaccandosi da tutto ciò che, invadendo la mente con un'infinità di pensieri, di immagini e di ricordi, era di impedimento a una chiara visione della Realtà. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2007 /
    Buddha and the Four Noble Truths
    Ampiamente annunciata dai rishi (i saggi) di quel tempo, in un’epoca che credibilmente si colloca tra il 563 e il 570 a.C., in una città situata nella pianura Gangetica dal nome Kapila-vastu, nacque Colui che sarebbe stato conosciuto ovunque come il Buddha. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE  2007 /
    Headstands: a challenge not to be missed
    La posizione capovolta - che si tratti di sirshasana, di kapalasana, di urdhva vrikshasana ecc. - rappresenta una sfida lanciata dallo Yoga alle leggi dell'equilibrio e a molti condizionamenti che derivano da una 'visione unilaterale' derivante dalle posizioni ortostatiche.
    Uno dei più importanti testi di riferimento - la Gheranda Samhita - afferma: 'Il plesso solare è situato all'ombelico, mentre la regione lunare si trova alla radice del palato. Il nettare distillato dalla luna - l'amrita - scende verso la parte inferiore del corpo e così si disperde e l'uomo muore. Trattenete invece l'ombelico in alto e la ragione lunare in basso (come avviene durante la posizione capovolta): questa è vipareeta karani mudra, il segreto dei tantra.'
    Laddove, per spiegarci meglio, vipareeta karani mudra è il nome antico di sirshasana, la regina delle posizioni, dai magnifici, straordinari effetti di cui ora parleremo. [...]
    Tags: hatha 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2007 /
    Source and meaning of Mantra
    Così come la voce umana ha una sua storia che coincide con la comparsa dell’uomo sul pianeta, allo stesso modo va considerata la lettura dei simboli e dei significati che l’uomo ha attribuito, dalle origini, alle proprie espressioni orali .
    Nel Tempo, questi simboli e i loro significati si sono dilatati in maniera prorompente in virtù del rapporto tra l’uomo e Dio e anche come espressione personale di una forza insita nell’individuo e che è sempre derivazione del suono originario da cui tutto nasce e a cui tutto ritorna: OM, la manifestazione sonora del Divino. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2007 /
    Kali Yoga - The Dark Age
    La cultura Tradizionale fornisce ampie ed elaborate descrizioni delle differenti ere che costituiscono il Tempo del mondo manifesto.
    Il Tantra, in particolare, sostiene che l'intera manifestazione è costituita dal giorno di Brahma (della durata di 4.320.000.000 anni!) cui segue un periodo di involuzione - la notte di Brahma - della stessa durata.
    Brahma è il principio deificato della Creazione e un giorno di Brahma viene definito con il termine kalpa. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2007 /
    Patanjali's Yoga Sutra
    La straordinarietà dell’impresa compiuta da Bhagavan (il Divino) Patanjali consiste nell’aver compreso per primo la complessità del pensiero delle molte Scuole del tempo e averla poi codificata e ordinata in una serie di aforismi arrivati fino a noi in apparente integrità.
    Sembra che all’epoca dell’Autore - che a questo scopo compì numerosi viaggi in tutta l’India - il metodo più valido fosse quello di trasmettere le Verità dello Yoga direttamente, da Maestro a discepolo, in una forma concisa e strategicamente criptica.
    Al fine di facilitarne l’apprendimento e la sicura trasmissione ai posteri. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2007 /
    Gheranda Samhita.
    Tradizionalmente considerata, assieme allo “Hatha Yoga Pradipika” e alla “Siva Samhita”, uno dei principali trattati di hatha yoga, la “Gheranda Samhita” si presenta come insegnamento orale impartito da Gheranda, onorato come “signore dello yoga”, al discepolo Chandakapali, che si era recato alla sua capanna per avere istruzioni circa lo “yoga che si esegue con il corpo” (ghatastha yoga o ghata yoga).
    In questo testo non figura mai l’espressione hatha yoga:finalizzato al conseguimento della liberazione (mukti), coincidente con il superamento dell’eterno ciclo delle rinascite,attraverso un processo di profonda e globale rigenerazione fisica e spirituale.
    L’insegnamento di Gheranda (che ha un’estensione di 317 versi) è articolato in 7 lezioni (upadesha),corrispondenti ad altrettanti adempimenti (sadhana), o tappe del percorso ascetico che, nell’ordine, sono… [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2007 /
    Akasha - cosmic space: a mother.
    "Spazio! Sto arrivando!" ha detto Stephen Hawking, il padre dei “buchi neri”, dopo aver sperimentato un volo nello spazio, senza gravità.
    Si poteva pensare a un’elegante metafora detta da un tizio particolarmente geniale che però ha una malattia gravissima e sa che deve andarsene… Invece no, non ci vuole lasciare soli, nella nostra cosmica ignoranza, vuole stare qui ancora e sperimentare altri voli e scoprire altro e altro ancora.
    E infatti Hawking puntualizza: "L’uomo non ha futuro se non va nello spazio".
    Perché non ha futuro? [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  APRILE 2007 /
    Dream, citta and the audience (II)
    Noi arriviamo dunque a una constatazione sbalorditiva, stupefacente per alcuni, ossia che mai io vedo il mondo reale, bensì delle immagini nel mio mentale, delle vritti nel mio citta. Si comprende allora perché gli yogi credano che un pensiero, una vritti,sia tanto materiale quanto un sasso! [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MARZO 2007 /
    Dream, citta and the audience (I)
    I pensatori indiani, yogi in particolare, hanno a lungo cogitato a proposito dei sogni e hanno tirato delle conclusioni molto profonde e sottili che vi espongo, il più chiaramente possibile e con un ragionamento occidentale logico. Perché, grazie al sogno, noi penetriamo negli arcani della filosofia indiana più sottile.
    In maniera sorprendente, l'Occidente, che può vantarsi di consacrare migliaia di libri al fenomeno del sogno, non si è mai posto la questione più elementare,che lo yoga invece considera un fatto fondamentale: 'Qual è la natura del sogno?', 'Dove si svolge il sogno?', 'Chi ne è lo Spettatore, tra quei due IO-ME di cui non ho ricordo al risveglio?' [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2007 /
    Shankprakshalana.
    Il termine Shankprakshalana, che vuol dire pressappoco pulizia della conchiglia –shank- (con una chiara allusione alla forma attorcigliata del nostro intestino) si riferisce appunto a una magnifica pratica di pulizia totale del nostro tubo digerente, dalla bocca all’ano ;è facile da eseguire e meriterebbe di essere conosciuta e applicata in tutto il mondo per gli straordinari benefici che apporta all’organismo…a costo zero! [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2007 /
    Reorganizing memory with yoga
    [...] riorganizzare la memoria attuale a partire da quel caotico ammasso di pensieri e groviglio di sensazioni non identificate cui, per pigrizia, per avarizia - avidità del nostro tempo di autoeducazione- ci siamo rifiutati di dare un ordine.
    Smarrendoci dunque nel labirinto dell'oblio per non 'aver avuto voglia' - 'non aver avuto tempo' di guardare in faccia i nostri pensieri, i desideri, le fobie, le antipatie, gli attaccamenti smodati. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2006 /
    Bandha (III): Moola bandha.
    A conclusione del nostro studio sui bandha - le chiusure, le contrazioni - qui di seguito parleremo di moola bandha, dal sanscrito moola, che significa radice, e bandha che, come sappiamo vuol dire appunto “chiusura”.
    Dunque la contrazione della radice; riferendosi la Tradizione a due aspetti. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE  2006 /
    Bandha (II): Uddiyana bandha.
    La parola sanscrita uddiyana significa 'sollevare' o 'volare alto', mentre banda - lo sappiamo già - vuol dire 'chiudere, bloccare'. La pratica di UB viene dunque definita con questi termini perché la chiusura obbliga la risalita del diaframma verso il petto.
    E, nel tempo, un esercizio simile migliora nettamente la circolazione di ritorno, alleggerendo vistosamente il cuore nelle sue funzioni di pompaggio.
    Nello Yoga si sa infatti che chi usa intelligentemente il diaframma è come se avesse 'un secondo cuore'. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2006 /
    Bandha (I): Jalandhara bandha
    La parola bandha, come abbiamo visto, significa 'trattenere', 'chiudere' e questo descrive esattamente ciò che accade durante la pratica, intensificandone gli effetti e potenziando la durata del kumbhaka, la ritenzione del respiro.
    Specifiche parti del corpo vengono coinvolte da queste compressioni che esercitano un'azione profonda sul sistema nervoso, su quello cardiovascolare, sul sistema digestivo e su quello respiratorio ma che,in primo luogo, consentono una migliore distribuzione dell'energia in tutto il corpo e inducono agilità mentale e lucidità di pensiero. [...]
    Tags: pranayama  kriya 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2006 /
    Tantra: the language of Tradition
    Il linguaggio in uso nello Yoga è fatto di pragmatismo, di sapienza arcaica, di purezza di intenzioni e di conoscenza di quelle vibrazioni originarie che sono la fonte stessa della Vita, l’impalcatura sonora dell’Esistenza. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2006 /
    Tantra and its laws
    La scarsità di ricerche e di pubblicazioni sull'eredità tantrica dell'Induismo ha lasciato il posto a una gran quantità di libretti di scarso valore, pieni di notizie errate e di un riduzionismo esasperante e la forzatura più comune è quella di presentare il Tantra Yoga semplicemente come sesso ritualizzato. Nell'immaginario collettivo Tantra è sinonimo di sesso: nulla di più lontano dalla Verità!
    Il primo errore sta nel confondere la beatitudine tantrica (ananda maha sukha) con il normale piacere orgasmico.
    Due cose molto diverse. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2006 /
    Tantra: an universal system
    Con il termine Tantra si definisce un insieme di dottrine rituali, mitologiche, etiche, di carattere iniziatico-esoterico, che si sono formate a partire dal IV-V sec d.C. al di fuori dell’ortodossia brahmanica indiana.
    Tantra deriva dalla fusione di due termini: tanoti e trayati.
    Tanoti significa 'espandere, allungare', mentre trayati vuol dire “liberare”.
    Dunque con la parola tantra si allude all’espansione della coscienza individuale e alla consapevolezza della natura intrinseca di ogni cosa, abbattendo le frontiere della paura e dell’ignoranza e ottenendo la conoscenza e la libertà spirituali. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  MAGGIO 2006 /
    * Conoscenza, coscienza, amore.
    Questa è la meta di ogni yogi, di colui che dotato di forza d’animo e passione impersonale per la saggezza, osi avventurarsi in un sentiero solitario e silenzioso in cui risuonino solo i nomi panteistici (mantra) dell’Assoluto:essi provengono dalle lingue più antiche della Terra, racchiudono le adorazioni delle moltitudini e la loro potenza è straordinaria. [...]
    Tags:
    NEWSLETTER -  APRILE 2006 /
    Shatkarma purifications: Kapalbhati.
    Kapalabhati vuol dire 'lucentezza del cranio', lasciando intendere con questa immagine la sensazione di di freschezza che si avverte nella porzione frontale del cervello e 'quell'aura' luminosa che distingue chi sta praticando .
    L'aura corrisponde a una maggior ossigenazione globale dei neuroni (corteccia cerebrale) e a un'intensa stimolazione positiva dell'ipotalamo/sistema limbico (particolarmente sollecitati dall'espirazione intensa, enfatizzata e ripetuta a lungo) che presiede al benessere emozionale. [...]
    Tags: pranayama  philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  MARZO 2006 /
    Shatkarma purifications: Tratak.
    La parola tratak significa “fissare stabilmente una cosa”; la pratica comporta un’attenzione costante su un punto prescelto con lo sguardo fisso e gli occhi ben aperti, facendo attenzione a non battere le ciglia.
    E’ un modo per coinvolgere prima lo sguardo poi la mente su un punto preciso, escludendo tutto il resto. [...]
    Tags: hatha  philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  FEBBRAIO 2006 /
    Shatkarma purifications: Nauli.
    A proposito di Nauli, la Gheranda Samhita dice: ”ruotate vigorosamente l’addome da una parte all’altra .Questa pratica elimina ogni tipo di disturbo e aumenta il fuoco gastrico”, mentre lo Hatha Yoga Pradipika sostiene :”Mantenendo le spalle curve, l’addome deve essere ruotato da destra a sinistra e da sinistra a destra.”
    “Gli Yogi lo chiamano NAULI, che rimuove i disturbi addominali, incrementa il fuoco gastrico e dona la felicità”. [...]
    Tags: pranayama  philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  GENNAIO 2006 /
    Shatkarma purifications: Dhauti.
    Lo Hatha Yoga Samhita, un testo tradizionale in cui si citano le varie forme di lavaggio/pulizia del corpo, così stabilisce :
    “Il lavaggio dei denti della bocca, della lingua, degli occhi e delle cavità nasali è il primo dovere dell’aspirante yogi e deve essere eseguito ogni mattina senza fallo”.
    Avendo già trattato le varie forme di pulizia del naso, osserviamo questa volta i dhauti estendendo il nostro studio anche al lavaggio dello stomaco ( vyaghra kriya ). [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  DICEMBRE 2005 /
    Shatkarma purifications: Neti
    Lo yoga non poteva non considerare più che attentamente la stretta relazione tra respiro e sistema immunitario e su questa premessa formulare alcune pratiche di igiene molto note da sempre tra i cultori di questa disciplina e dai seguaci della medicina naturale.
    Qui di seguito parleremo di Jala Neti - la pulizia con l’acqua - e di Sutra Neti - la pulizia col filo. [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  NOVEMBRE  2005 /
    Shatkarma purifications: Basti.
    Con il termine Shatkarma - o Shat kriya - si definiscono sei gruppi principali di pratiche di purificazione cui lo Yoga attribuisce un’importanza fondamentale;quanto l’esecuzione delle posture dello hatha Yoga o le tecniche respiratorie del pranayama.
    La vera pulizia-purificazione del corpo viene conseguita dall’uso di queste tecniche antichissime che considerano il corpo come un prezioso vaso (kumbha) che ogni giorno deve essere pulito per meglio risplendere agli occhi di chi lo osserva. [...]
    Tags: philosophy  purifications
    NEWSLETTER -  OTTOBRE 2005 /
    * Yoga perché e per chi?
    Secondo la Tradizione, con il termine Yoga si definisce una disciplina globale rivolta a quell’unita’ inscindibile corpo-mente che e’ l’uomo: a qualsiasi latitudine esso appartenga.
    Una disciplina di cui e’ parte integrante l’osservanza dei principi etici -Yama e Niyama - secondo uno schema sostanzialmente identico a qualunque altra etica condivisibile dalle persone di buon senso di tutto il mondo.
    L’hatha yoga - lo Yoga delle “posizioni”- dovrebbe essere insegnato nella maniera piu’ ortodossa, ovvero partendo dal presupposto che tutte le posizioni si possono e si debbono fare purche’ adeguatamente preparate e studiate nella molteplicita’ dei loro significati ed effetti. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  SETTEMBRE 2005 /
    Yoga during pregnancy
    Chi scrive, un’insegnante di Yoga da 30 anni, che ha ampiamente sperimentato la condizione della gravidanza, direbbe “nì”.
    Perchè 'nì'? Perchè non è nè un “no” nè un “sì”.
    O meglio, è sì a tutte quelle donne che praticano Yoga regolarmente, sanno cosa è, conoscono il proprio corpo e il proprio respiro ed entrano nell’esperienza della maternità con il loro discernimento, pronte a cogliere quei segnali che il corpo manda quando si sta superando un limite o perchè ci si sta inoltrando in un campo in cui, data la condizione, la prudenza è d’obbligo.
    Però, a mio avviso, non basta.
    Ecco perché “nì”. [...]
    Tags: philosophy 
    NEWSLETTER -  AGOSTO 2005 /
    * Chaturtha pranayama: il pranayama del quarto stato.
    Ricordiamo, per inciso, che la parola “pranayama” indica un modo di espandersi in una dimensione diversa di spazio e di tempo che travalica la coscienza ordinaria e avvicina alla identificazione personale con il principio originario, che è unità. [...]
    Tags: pranayama 
    NEWSLETTER -  LUGLIO 2005 /
    Kriya Yoga
    Comprendere il Kriya Yoga non è facile, o meglio, lo può essere nel momento in cui si rinuncia a qualunque tipo di logica astratta per porsi solo di fronte ad un dato empirico, derivante dalla pratica. In caso contrario, si potrà sicuramente accettare una spiegazione che di logico ha tutto, ma il rischio sarà quello di fermarsi all’aspetto teoretico di questa disciplina, perdendo completamente di vista l’abbandono al puro fare.
    Per capire la Scienza del Kriya Yoga è necessario un compromesso.
    Quello che ti proponiamo qui può quindi ben rappresentare un punto di partenza per una ricerca personale libera, in cui sarai tu stesso a farti carico di tutte le responsabilità che un percorso evolutivo comporta.
    [...]
    Tags: kriya  philosophy 
    NEWSLETTER -  GIUGNO 2005 /
    Woman in yoga
    Il rapporto esistente tra la disciplina dello Yoga e la donna è strettissimo e ricco di testimonianze, riferimenti storici, culturali, sociali che risalgono anche a tempi remoti, luoghi diversi, condizioni ambientali impensabili.
    Nella tradizione dello Yoga tantrico, cui ci riferiamo, la donna è l’origine stessa della Vita, che si manifesta appunto secondo un percorso matrilineare, ed è simboleggiata dalla Shakti, la Madre Divina, la Forma viva e pulsante sostenuta dalla controparte maschile, lo Spirito, il Purusha.
    Dall’unione di questi - Shiva e Shakti, Purusha e Prakriti, il maschile e il femminile, il Divino si manifesta nella molteplicità delle forme, la Creazione stessa. [...]
    Tags: philosophy 
     
     
     
    ACCADEMIA /
    Surya Namaskar with Lisetta Landoni
    all the news 
     
    Latest Newsletters
    NEWSLETTER / A new year of Yoga
    NEWSLETTER / Holidays!
    NEWSLETTER / Comment to Patanjali's Yoga Sutra - Samadhi Pada
    all the newsletters