it en fr
 
  • Ultima newsletter
  • Archivio newsletter
  • Iscrizione alla newsletter
  •  
    Lo sviluppo della coscienza, la mia mèta, la mia occasione di felicità
    NEWSLETTER DI SETTEMBRE 2014
     
    Amici carissimi, eccoci di nuovo all’inizio di un anno di lavoro insieme:è sempre una gioia affrontare le mille scoperte che il corpo, il respiro e la mente ci regalano nello studio quotidiano e che entrano a far parte del "nostro modo di guardare alla Vita", da tutte le angolazioni possibili.
    Proprio per questo, ossia per renderci sempre meno vulnerabili alle molte incertezze di un "oggi pieno di guerre, di timori, di diffidenze", ho ritenuto necessario non modificare in alcun modo il calendario delle lezioni, lasciando agli iscritti la solita, illimitata possibilità di frequentare l’Accademia 7 giorni su 7, ad ogni lezione di ogni corso.
    Consapevole altresì di qualche difficoltà personale, ho lasciato intatti i costi degli abbonamenti, che sono quelli del 2011, ma vi prego di non chiedere "congelamenti" o spostamenti delle scadenze per vostre esigenze personali. Anche i conti dell’Accademia devono quadrare e voi sapete benissimo che, in ogni caso, le vostre assenze sono recuperabili proprio grazie ai “7 su 7” (giorni) sempre disponibili.
    A presto dunque con il più affettuoso "Bentornati".
    Dopo questi preliminari, vi propongo qualche riflessione su quello che potrebbe essere il vostro progetto evolutivo da scoprire durante questo anno scolastico e realizzare grazie all’apprendimento delle tecniche del Kriya Yoga.


    "Lo sviluppo della coscienza, la mia mèta, la mia occasione di felicità"
    di Lisetta Landoni

    Penso che esista nella vita di ognuno un momento preciso, forse un attimo, o addirittura un evento fuori del comune, in cui alcune certezze si frantumano, un attaccamento, qualsiasi, si svela nella sua pochezza, un’abitudine acquisita da decenni ci fa sorridere per la sua inutilità...
    Cosa è successo?
    Non so di preciso, perché i contenuti della mente appartengono a mondi nascosti, ma supponiamo che l’autore di questi cambiamenti improvvisi abbia un minimo di "coscienza personale", un’aspirazione spirituale non ancora individuata, dunque una larva;supponiamo che questo qualcuno abbia persino paura di affrontare sé stesso nei suoi nascondigli segreti per rimuovere i propri fantasmi e aprirsi alla "felicità".
    Oddio, che parola grossa: FELICITA’!
    Verrebbe quasi voglia di crogiolarsi nel trantran quotidiano, trastullarsi senza fatica in un linguaggio limitato e accettato da tutti per pigrizia, senza pretese di grandezza... vero?
    Eppure quell’attimo in cui abbiamo pensato "in grande" o ci siamo lasciati andare a un contatto ravvicinato con un Tutto che si può trovare ovunque (nella bellezza e nella perfezione Natura, ad esempio) quell’attimo in cui abbiamo capito che non saremo mai orfani e soli ma siamo stati sfiorati dalla potenza dell’Amore Universale...
    Ecco: possiamo affermare, senza timore di smentita, di aver fatto un salto in avanti, abbiamo scoperto un "livello di coscienza" nuovo e raggiungibile.
    Un livello di coscienza non più imprigionato nel nostro corpo ma che si espande in tutte le direzioni, accompagnato da un senso di liberazione, di infinità che ci strappa una lacrima di gioia o una risata piena di Vita.
    E se, incantati da questo miraggio di beatitudine, volessimo riprovarci?!
    Ecco il Kriya Yoga, la disciplina perfetta che da migliaia di anni regala la via giusta, un "navigatore della mente" che sa sempre dove siamo e dove stiamo andando.
    In tutta libertà, in un contesto prezioso dove il contatto con l’Assoluto Universale è privato, silenzioso, gratuito, personale quanto può essere l’intesa tra un Padre e un Figlio, perfetta perché scontato è l’immenso desiderio reciproco di comprendersi fino in fondo.
    Ma soprattutto il Kriya è una certezza, un’àncora di salvezza in un mare in tempesta.
    Niente e nessuno può sminuire il valore di una conquista spirituale quando questa sia raggiunta con la gioia e la ragione.
    "Un santo triste è un triste santo"
    Siete d’accordo?
    Un abbraccio a voi tutti
    Lisetta


    Argomenti: kriya  filosofia 
     
     Newsletter precedente   Archivio newsletter   Newsletter successiva 
     
     
     
    ACCADEMIA /
    Surya Namaskar con Lisetta Landoni
    tutte le news 
     
    Ultime Newsletter
    NEWSLETTER / Un nuovo anno di Yoga!
    NEWSLETTER / Voglia di Vacanza
    NEWSLETTER / Riflessioni e commenti sugli Yoga Sutra di Patanjali - Samadhi Pada
    tutte le newsletter 
    Radio24 Daily Lab
    DAILY LAB / Il bello deve ancora arrivare: un pensiero positivo per andare avanti
    DAILY LAB / L’ABC della salute fisica e mentale
    DAILY LAB / Un giro semplice, diverrtente, efficace
    tutti i post