it en fr
 
  • Ultime news
  • Archivio news
  • Radio24 Daily Lab
  •  
    Seminario su Prathyahara al MilanoYogaFestival
    EVENTI / 26.08.2010
     
    Carissimi Amici, nel ricordarvi l’appuntamento di ottobre con Yoga Festival a Milano, in cui sarò presente con una relazione intitolata “Il terzo orecchio: introduzione teorico pratica a Prathyahara e iniziazione al Kriya Yoga”, mi preme sottolineare alcuni punti di fondamentale importanza e di grande interesse per tutti.
    Anzitutto, il “terzo orecchio”: è un termine che mi è venuto spontaneo usare per spiegare la capacità di ascoltarsi, di dare spazio al silenzio interiore che esalta la percezione del proprio respiro, del battito cardiaco e che apre la strada a stati di coscienza in cui è lecito addentrarsi nella deduzione di quella moltitudine di processi vitali costantemente in atto nella complessità del nostro corpo/mente.
    Un corpo vivo, vitale e influenzato dai nostri sentimenti, dai nostri umori, dallo stile di vita che abbiamo scelto. La scienza, oggi, condivide appieno, conferma questa relazione corpo-mente rendendo giustizia a quelle straordinarie intuizioni dei Maharishi del passato che ci hanno persino additato la strada da seguire per sciogliere i nodi dell’ignoranza e donarci la pace.
    Prathyahara dunque quale mezzo per staccarci a volontà dalle pressioni dell’ambiente esterno e dalla nostra stessa abitudine a convivere con sollecitazioni mentali logoranti e indubbi effetti “tossici” sull’intero organismo ma soprattutto Prathyahara - il quinto anga - quale preludio a Dharana, la concentrazione.
    Un magnifico stato di coscienza che rivela fino in fondo le nostre vere aspirazioni e la volontà di dare un seguito autentico a scelte di fondo: è come ritrovarsi davanti a un foglio bianco e scrivere, con ineludibile onestà, il nostro programma di vita.
    Nel caso di uno yogi... il programma non può essere diverso da quello che la Tradizione ci ha tramandato e la mèta sappiamo qual è.
    E qui entra in gioco la seconda parte del nostro appuntamento: il Kriya Yoga.
    Tramandato da sempre ”da bocca a orecchio”, da Maestro a discepolo, il Kriya rappresenta l’opportunità di stabilire volontariamente una relazione personale, privata, non mediata con il Supremo; è la quintessenza della meditazione , la pienezza e la felicità esistenziale allo stato puro.
    Ma è anche fonte di lucidità e razionalità e, nelle nostra convinzioni più profonde, rappresenta l’ancoraggio sicuro a una Verità unica: la certezza di appartenere indissolubilmente , nel Tempo eterno e nello Spazio infinito, a quell’UNO che noi siamo.
    Lisetta Landoni

    Ci vediamo domenica 10 ottobre 2010 dalle 9.45 alle 11.45 nella Sala 1 del Superstudiopiù di via Tortona 27 a Milano: la sede dell’organizzazione dello Yoga Festival a cui va la mia personale gratitudine per l’impegno e la dedizione nella diffusione della Yoga.


    Costo: euro 25
    Per prenotarsi: www.yogafestival.it
    MilanoYogaFestival
    c/o Superstudiopiù
    via Tortona 27 - Milano



    Argomenti: filosofia 
     
     News precedente   Archivio news   News successiva 
     
     
     
    ACCADEMIA /
    Surya Namaskar con Lisetta Landoni
    tutte le news 
     
    Ultime Newsletter
    NEWSLETTER / Un nuovo anno di Yoga!
    NEWSLETTER / Voglia di Vacanza
    NEWSLETTER / Riflessioni e commenti sugli Yoga Sutra di Patanjali - Samadhi Pada
    tutte le newsletter 
    Radio24 Daily Lab
    DAILY LAB / Il bello deve ancora arrivare: un pensiero positivo per andare avanti
    DAILY LAB / L’ABC della salute fisica e mentale
    DAILY LAB / Un giro semplice, diverrtente, efficace
    tutti i post